Articoli Commenti

G.S.A.G.S. » Eventi, Primo Piano, Speleologia Carsica » Le miniere della Nurra nel contesto Sardo

Le miniere della Nurra nel contesto Sardo

Locandina-miniera

Il 30 Maggio 2015 In occasione della 7° Giornata Nazionale delle Miniere, promossa dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, il GRUPPO SPELEO AMBIENTALE SASSARI e l’associazione SANDALYON invitano tutti alla conferenza “LE MINIERE DELLA NURRA NEL CONTESTO SARDO”, dove verranno presentate le esplorazioni speleologiche all’interno di ciò che rimane delle tante centinaia di metri di vuoti realizzati dai nostri antenati, una giornata nata per valorizzare e mettere in mostra le grandi opere minerarie italiane di cui la Sardegna è grande ambasciatrice.
All’interno della conferenza, oltre ad un escursus sulle miniere sarde e ad uno sulle miniere della Nurra, con la presenza di un operaio della Ferromin di Porto Torres; la mattinata sarà arricchita con la proiezione di una mostra fotografica “Esplorazioni sotto la Nurra” a cura di Fabio Piccioni, fotografo professionista, speleologo ed esperto di miniere.
All’interno dell’evento inoltre verrà proiettato il documentario minerario “L’amore e la follia”, che ha avuto grande successo e riconoscimenti in ambito nazionale, con la regia di Giuseppe Casu, presentato ed interpretato da Silvestro Papinuto, speleologo ed ex minatore sardo.
Di seguito il programma dell’evento:

09:30 – Presentazioni e saluti
10:00 – Le risorse minerarie della Sardegna
10:30 – Le risorse minerarie della Nurra e del Turritano
11:00 – Proiezione della mostra fotografica “Esplorazioni sotto la Nurra” a cura di Fabio Piccioni
11:30 – La Ferromin e la vita nella miniera di Canaglia
12:00 – Film documentario “L’amore e la follia” con Silvestro Papinuto
13:30 – Discussione e chiusura dei lavori

L’ingresso all’evento è ad offerta libera e l’intero ricavato verrà devoluto a LORENZO, bambino disabile che necessita di cure mediche molto costose.
Il 30 Maggio dalle ore 9:30 alle ore 13:30 Siete tutti invitati a Porto Torres nella Sala Conferenze della Casa delle Associazioni in via Principe di Piemonte n°74, per scoprire cosa ancora è rimasto delle molte centinaia di metri di vuoti che fin dall’epoca romana l’uomo ha scavato nella Nurra ed in Sardegna.
L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Porto Torres e dalla Federazione Speleologica Sarda.
L’evento è reso possibile anche grazie al contributo economico della Federazione Speleologica Sarda.

Categoria: Eventi, Primo Piano, Speleologia Carsica

Lascia un commento